Dalla Città Giardino a Mendrisio in 21 minuti con il metrò leggero

stazione ferroviaria Stabio Svizzera

Pronto il metrò leggero per i frontalieri della provincia di Varese. Dalla Città Giardino a Mendrisio in 21 minuti

Entro il prossimo 31 dicembre Italia e Svizzera potranno contare sulla linea ferroviaria Arcisate-Stabio, opera cominciata nel 2009 e prossima all’inaugurazione. Tutti i convogli sulla tratta Mendrisio-Varese (distanza percorribile in 21 minuti) si fermeranno in 3 stazioni della Valceresio, ovvero Induno Olona, Arcisate, Gaggiolo-Cantello, oltre che a Stabio. Una vera e propria metropolitana leggera che, nelle intenzioni, dovrebbe intercettare il maggior numero possibile dei 22mila frontalieri varesini che solitamente si spostano in auto.

I convogli proseguiranno poi in direzione Bellinzona o Como. Si rafforzano dunque i collegamenti a cavallo della frontiera consentendo una drastica riduzione dei tempi classici di percorrenza in auto.

Le prime importanti indicazioni sul nuovo assetto ferroviario sono consultabili analizzando l’orario 2018 del servizio Ffs – Sbb svizzero che entrerà in vigore il prossimo 10 dicembre. In attesa dell’ufficialità degli orari, treni da Varese a Como dovrebbero partire da Varese Fs al minuto “06” di ogni ora arrivando a destinazione 42 minuti dopo. Previsti cinque minuti di sosta a Mendrisio per l’inversione di marcia facendo poi capolinea a Como Camerlata cinque minuti dopo.

Il primo treno dovrebbe essere alle 5 del mattino, l’ultimo alle 23.06. Da Como a Varese le corse orarie con partenza da Como Camerlata iniziano invece alle 5.07 per finire alle 23.07. I convogli da Varese a Lugano e Bellinzona partirebbero invece da Varese Fs al minuto “36” di ogni ora arrivando a Lugano in 49 minuti e a Bellinzona in un’ora e 21 minuti. Il primo treno dovrebbe essere alle 5.36, l’ultimo treno alle 19.36.

«Ormai siamo a un passo dalla conclusione dell’opera. Il territorio ha sempre chiesto con forza questo collegamento vitale per i frontalieri ma non solo – spiega il sindaco di Arcisate Angelo Pierobon – L’Alto Varesotto si trova da sempre in una sorta di cul de sac. Non c’era un treno che entrasse in Svizzera e neanche un’autostrada per chi si sposta lungo quella direttrice. Ovviamente chi lavora oltre confine avrà indubbi benefici. Ora però, dopo il passaggio del primo treno, sarà decisivo far conoscere questa novità. I frontalieri infatti hanno da tempo abitudini ben radicate quando si tratta di doversi spostare».

Fabrizio Barabesi

2 Commenti

  1. Della serie non tutti sono perfetti. Un articolo di Tilo.ch del 22.05.2017 citava ” i collegamenti TILO S30 saranno sostituiti con bus dall’ 11 giugno al 9 dicembre 2017 tra Cadenazzo-Luino-Laveno.” fonte: i collegamenti TILO S30 saranno sostituiti con bus dall’ 11 giugno al 9 dicembre 2017 tra Cadenazzo-Luino-Laveno.
    Arriva il 9 di dicembre 2017 e tutto tace in quei del Ticino. Ma dove sarà finita la notizia della riapertura della tratta? Gira di qua e gira di la ed ecco che salta fuori una notiziuola su sito della provinciadiverese.it e cito: “Da domenica [10 dicembre 2017] riapre con alcune limitazioni, anche la linea S30; tratta che collega Cadenazzo a Luino e l’aeroporto di Malpensa attraverso il Gambarogno. Fino al 28 aprile 2018, il collegamento tra Cadenazzo e Luino sarà garantito da bus sostitutivi.” Fonte: http://www.laprovinciadivarese.it/stories/verbano-e-valli/il-collegamento-ferroviario-luino-laveno-riaprira-domenica_1263795_11/ Come come cooome!? La Svizzera in ritardo di quasi 5 mesi sui lavori di adeguamento della S30? No … non é possibile … ah che smacco!

  2. La linea entrerà in funzione il 7 gennaio 2018.
    Dovrebbe entrare in funzione anche quanto stipulato in marzo 2017 tra Italia e Svizzera per questa linea di treni e cito:
    “E a proposito di residenze più o meno fittizie, sempre ieri è stato ufficializzato l’accordo italo-elvetico per i controlli sui treni internazionali della tratta Varese-Mendrisio. L’intesa, firmata alla presenza dell’ambasciatore svizzero in Italia, Giancarlo Kessler e del consigliere per le politiche fiscali del Mef, Vieri Ceriani, consentirà ai funzionari delle Entrate di fare accertamenti sui convogli in viaggio e di disporre di un ufficio a Mendrisio, nel basso Canton Ticino, per le verbalizzazioni (e ovviamente poteri uguali per le Guardie di confine svizzere in territorio italiano fino a Varese)”.
    Fonte: http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2017-03-14/si-scambio-liste-contribuenti-214140.shtml?uuid=AE54Ypm&refresh_ce=1

Comments are closed.